Andrea Marinoni #iocisarò

Andrea Marinoni pilota enduro- e rally africani

“ Sono quasi trent’anni che non salgo in moto. Troppo, anche se il desiderio di tornare in sella qualche volta c’è stato. Quando ho saputo della 12 ore ho pensato che sarebbe stata l’occasione per rompere gli indugi, ma ho capito che a spingermi a riflettere era il desiderio di trascorrere due giorni con tutti gli amici di una vita vissuta nello sport. Alla fine, considerando, che anche volendo, non avrei il tempo per ritrovare una condizione sufficiente per affrontare di nuovo il cronometro e siccome non voglio mancare, ho parlato con Daniele (Papi ndr) mettendomi fin da ora a disposizione dell’organizzazione per collaborare alla riuscita di una gara che è rimasta nel cuore di tutti. Magari con un poco di rimpianto ma #io ci sarò

Queste le parole di Andrea Bogio Marinoni, una delle bandiere dei Caschi Rossi. La sua grinta era seconda solo alla generosità atletica. Non si risparmiava mai e gli allori l’hanno premiato. Tre volte Campione Europeo e sempre nei top ten all’arrivo delle Dakar cui ha partecipato.

Alla #dodiciore del 75, in sella alla SWM 50, fu secondo di classe in coppia con Radici, distaccato di poco dai vincitori, Perego-Zenoni.

La #dodiciore lo accoglierà a braccia aperte e gli appassionati lo rivedranno con piacere, magari, mentre sovrintende alle operazioni di partenza di una prova speciale…

Potrebbe interessarti anche

Scoop

La 12 ore revival del prossimo ottobre è frutto di una cospirazione  perpetrata da un

Moto Beta alla 12 Ore Il Ciocco del 1975
IMPORTANTE!

L’organizzazione ha deciso di annettere, alla partenza, una nuova categoria denominata GENTLEMEN DRIVERS riservata a